Pellami

Considerando la genericità del concetto di Vera Pelle è opportuno fare delle considerazioni di carattere tecnico. Va specificato che il valore della pelle è determinato in primo luogo dal grezzo, cioè il pellame semilavorato di base, su cui viene eseguita la concia e la rifinitura finale; poi dal tipo di concia. Una delle migliori è senz’ altro la concia al vegetale; infatti essa viene eseguita con metodi naturali ed artigianali che sono stati tramandati nel tempo in un processo prodigioso basato sullutilizzo del tannino, sulle nuove tecnologie e sul lento scorrere del tempo.
I tannini sono polveri estratte da tronchi, frutti, foglie e persino radici di piante quali: il castagno, la mimosa ed il quebracho argentino che impartiscono al cuoio proprietà inconfondibili.
I tannini donano alla pelle caratteristiche uniche che la rendono immediatamente distinguibile da altri tipi di conce: tonalità calde e brillanti, morbidezza al tatto, resistenza e l’inconfondibile “profumo di cuoio”.
La lavorazione naturale permette a questo materiale di assorbire i cambiamenti dovuti al passare del tempo e trasformarli in pregi. La pelle conciata al vegetale assorbe le tracce del nostro vissuto, invecchia ma non si rovina.
Il naturale invecchiamento non compromette le caratteristiche di resistenza ma anzi conferisce al pellame quell anticatura che personalizza anche le sfumatore di colore e rappresenta la prova di avere acquistato un prodotto naturale.
Di ottima qualità può essere anche un pellame di concia al cromo, cioè chimica, specialmente su pellami di spessore più basso Come i vitelli nappati provenienti da animali di giovanissima età.
Fin qui abbiamo parlato di pelle della migliore qualità, di “pieno fiore” cioè di pelle che ha lo strato superficiale migliore sulla quale è possibile eseguire una colorazione naturale e trasparente attraverso la quale è possibile intravedere la sua naturale composizione.
Poi ci sono pellami che derivano da grezzi di seconda o terza scelta, poiché con più difetti, che proprio perciò devono essere tinti con tinture più coprenti che però fanno perdere al pellame quella naturalezza di una colorazione trasparente e quindi di minor pregio.
Poi ci sono le cosiddette Croste, cioè pellami che derivano dallo strato inferiore dei pellami di cui sopra, ottenuti spaccando la pelle e quindi privi del cosiddetto “fiore” cioè lo strato superiore, il più pregiato. Esso viene ricostruito sinteticamente con sostanze chimiche. Quindi otteniamo qualcosa che pur essendo possibile definire nel senso più stretto del termine” Vera Pelle” manca della parte più importante, quello che in gergo viene detto “Pieno Fiore”.
I pellami da noi utilizzati sono tutti di provenienza italiana, in particolare toscana. Essi sono conciati in modo del tutto naturale secondo una antica tradizione artigianale. In questo modo è possibile ottenere un prodotto privo di sostanze tossiche ma che abbia comunque tutte le caratteristiche di morbidezza, calore e resistenza.
Il ricorso a questo tipo di pellame è dovuta alla scelta di creare prodotti unici

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.

Startze Bruidsfotografie Wordpress Bruidsfotografie Trouwen Bruiloft Twitter Weddingpages Twitter Orange Orange Solutions